Cosa c’è veramente da sapere su un camper? Camper for dummies

Cosa c’è veramente da sapere la prima volta che si mette piede su un camper per una vacanza?

Nella rubrica “Camper for dummies”  – per la quale avete dimostrato particolare interesse e vi ringrazio – ho provato ad affrontare vari aspetti della vita in camper. Alcuni più tecnici, altri più “di svago”.

Mi rendo conto, però, che ci sono delle domande ancora lasciate senza risposta.
Quesiti che talvolta mi vengono posti online, a volte invece da parenti e amici.
E questi interrogativi non appartengono ad una categoria per cui scrivere un vero e proprio articolo completo, bensì sono tante curiosità ed informazioni pratiche per chi sta cercando di comprendere meglio questo stile di vacanza.

Le 8 domande – e 8 risposte – che più mi vengono poste

Insomma oggi mi faccio delle domande– quelle che mi vengono rivolte più frequentemente- e mi do delle risposte.
Così da poter rispondere a tutti quei quesiti vari del cosa sapere su di un camper.

Pronti? Si comincia!

1.Ma sul camper si può viaggiare coricati?

No, assolutamente no.

Camper seggiolini in viaggio MammaInViaggio

Il camper è come un’auto: durante la marcia, tutti i passeggeri devono restare seduti e con le cinture di sicurezza allacciate. I bambini devono essere al sicuro sui loro seggiolini.
Insomma si devono rispettare le regole del codice della strada valide per qualsiasi automezzo.

2.I posti per dormire sono cinque: possiamo viaggiare in cinque?

Dipende: non sempre il numero dei posti letto corrisponde ai posti omologati per il viaggio.
Per scoprire in quanti è possibile viaggiare , o solo dormire, dovete far riferimento al libretto di circolazione che riporta questo dato.

3.Si può bere l’acqua del rubinetto in camper?

Noi tendenzialmente non la beviamo per un semplice motivo: essendo il sistema di tubi non in continuo utilizzo potrebbero crearsi dei detriti che di conseguenza noi berremmo.

In realtà, essendo il nostro un camper di proprietà, disinfettiamo le condutture ed i serbatoi ogni tot tempo perciò l’acqua sarebbe potabile.
Ma noi preferiamo comunque far scorta di bottiglie d’acqua o taniche per bere e cucinare. Riserviamo l’acqua dei serbatoi all’uso corrente.

4.In camper c’è il bagno? E come fate per mangiare?

Il nostro camper è attrezzato con bagno con wc chimico e doccia oltre ad una cucina completa di gas, lavabo e frigo.

Non parliamo quindi di una sorta di tenda da campeggio con le ruote, bensì di una vera e propria casa in miniatura.

Bisogna però menzionare il fatto che non tutti i camper sono dotati di bagno con doccia e/o wc separato.
Per esempio alcuni furgoni camperizzati ne sono sprovvisti, ma sui veri e propri camper non ci si imbatte in questa mancanza.

5.E dove si raccolgono le acque nere del wc? Come funziona?

Questo argomento devo dire che desta sempre particolare interesse, per tanto gli ho dedicato un vero e proprio articolo.
Lo potete trovare qui e vi risolverà ogni dubbio di come funziona un wc chimico.

6.Quindi in camper lavi e cucini?

Di lavare i panni proprio non se ne parla: anche io sono in vacanza!
Mi limito alla pulizia strettamente necessaria sul camper mentre siamo in viaggio: pavimenti, bagno e cucina, che passo con salviette igienizzanti.

Camper Tavola apparecchiata MammaInViaggio

Per quanto riguarda il cucinare, io preferisco organizzarmi prima di partire cucinando alcuni pasti e suddividendoli in porzioni in modo che al momento siano solo da riscaldare.
Per far ciò, penso preventivamente ad un menù settimanale.
Questo mi da la possibilità inoltre di non dover trasportare più del dovuto ed incorrere in un peso eccessivo caricato sul mezzo.

7.Ma viaggiate anche in inverno? E per il freddo come fate?

Il camper è dotato di un sistema di riscaldamento che ci consente di starcene al calduccio anche durante un weekend in montagna con la neve e temperature bassissime.

Diversa invece la questione caldo: non siamo forniti di condizionatore e nemmeno di vaporizzatore.
Mentre si viaggia
, oppure a motore del camper acceso, è possibile usufruire dell’aria condizionata, ma nella cellula abitativa questo è un optional.

8.Dormite nei sacchi a pelo?

Noi non dormiamo nei sacchi a pelo. Come dicevo, essendo il camper nostro, lasciamo i letti fatti di volta in volta.

Sarebbe diversa la situazione dell’affitto. In passato, abbiamo anche noi noleggiato dei camper, ma abbiamo sempre e comunque preferito le lenzuola.
Non nego però che il sacco a pelo in questo caso sarebbe stato più veloce.

Qualche ultimo suggerimento di carattere vario

A questo punto le domande- e risposte- sono terminate, ma se ne avete altre, riportatemele nei commenti: sarò felice di integrare!

Prima di concludere, però, vorrei ancora menzionare alcuni piccoli vari suggerimenti che mi vengono in mente alla rinfusa e che potrebbero tornare utili:

  • Attenzione al caldo e pure al freddo: i tubi di acqua e riscaldamento possono subire danneggiamenti se le temperature sono troppo alte o troppo basse. Perciò evitate di scolare l’acqua bollente nel lavandino così come ricordatevi di aggiungere l’additivo perchè l’acqua non geli in inverno.
  • Attenzione alle scorte: partite con il necessario sia di acqua che di cibo se non vi sarà possibile approvigionarvi all’occorrenza
  • E’ bene tener con sé un elenco delle aree sosta per sapere dove fermarsi e pernottare. Esistono anche delle app o dei siti che vi possono aiutare in questo.
  • Portate sempre con voi una torcia e degli attrezzi come cacciavite, martello, pinze: potrebbero tornarvi utili.

Se questo articolo vi è piaciuto, lo avete trovato utile o interessante, se avete amici camperisti alle prime armi, non dimenticate di condividerlo!

Vi aspetto anche sui miei profili social:

Facebook
Twitter
Instagram


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *