Come allestire un camper Camper for dummies

Finalmente vi siete decisi: siete pronti per la vostra prima vacanza in camper.
Lo avete affittato (o forse addirittura acquistato!) ed ora sopraggiunge la necessità di allestirlo.

Come sapete, il caravan è già provvisto di dinette con tavolo e sedie, letti (fissi o componibili), cucina con fuochi, lavello e frigo trivalente, bagno con wc, lavabo e doccia.

Inoltre vi possono essere diversi accessori come i tendalini, il gavone, il pannello solare, il condizionatore, il forno, insomma tanti extra che completano e agevolano il campeggio, anche se non sono indispensabili.
E di questi parleremo più avanti.

IMG_5543Quindi dicevamo, il camper c’è, gli accessori pure, a questo punto non vi resta altro da fare che caricare la vostra roba e controllare delle piccolezze ed infine partire!

Attenzione, però. Visto che facilmente qualcosa può sfuggire, soprattutto se non si è abituati al campeggio, rischiando quindi di rovinarvi a vacanza, proverò a farvi una lista di cose da fare e da portere con voi.

Cominciamo dall’assicurazione, necessaria ed indispensabile per poter circolare a norma di legge ed avere copertura in caso di sinistro. Se il camper è affittato vi basterà chiedere al locatario (così come per la carta verde), se il camper lo avete acquistato, vi suggerisco di rivolgervi ad assicurazioni specializzate del settore in modo che sappiano indicarvi la miglior poliza per le vostre esigente.
Inoltre tenete a mente che l’assicurazione di un caravan costa decisamente meno rispetto a quella di un’automobile, perciò avrete la possibilità di aggiungere più garanzie.

In secondo luogo dedicatevi a capire il funzionamento degli accessori interni già presenti.
Se lo avete affittato, ma anche appena acquistato, non vergognatevi e fatevi spiegare bene il meccanismo di ogni cosa: acqua, luci, gas, riscaldamento, wc, posizionamento del serbatoio dell’acqua.
Ricordate sempre che i camper vengono consegnati vuoti, perciò spetta a voi il carico acqua, così come l‘apertura delle valvole secondarie per gas fornelli, riscaldamento e frigo (ogni utenza ha il suo rubinetto di apertura e chiusura di sicurezza) .

Consideriamo adesso il frigorifero, se il modello è mutifunzione, basterà accenderlo dall’apposito interruttore e lui sceglierà autonomamente la fonte di alimentazione: in sosta a gas o corrente (se siete spinati), a 12V se inviaggio.
Ricordatevi di accenderlo 6-8 ore prima della partenza in modo che sia ben raffreddato quando posizionereti i cibi al suo interno.
Piccola nota: quando il frido in viaggio funziona a 12V mantiene semplicemente la temperatura interna, perciò non pensate di accenderlo a ridosso della partenza credendo che in viaggio completerà il raggiungimento della temperatura interna ideale.
Se il frigo non fosse automatico, dovere essere voi manualmente a selezionare la fonte di energia.

frigoriferoOra non vi resta che controllare le bombola del gas e caricarne una di scorta, preparare il WC con la soluzione chimica (che potete trovare nei negozzi dove vendono articoli da campeggio o dove affittano camper), esaminare gli pneumatici, e se andate all’estero, accertarvi di quale tipo di presa per la corrente occorre per poter eventualmente alimentare il vostro camper una volta in sosta.

IMG_5545Una volta in viaggio, tenete spento il boiler ed il riscaldamento (a meno che non sia presente una valvola di sicurezza appositamente installata), chiudete gavoni, finestre,tendalini e stabilizzatori, così come cassetti, sportelli, porte e frigo con la chiusura di sicurezza.

chiusure di sicurezzaPer quanto riguarda l’occorrente per allestire il vostro camper, ho stilato un elenco di cui potete scaricare il file in modo vi sia comodo da visionare e spuntare: Lista Attrezzatura Camper Scaricabile
La lista è divisa per aree: cucina, bagno, letto, personali e varie.

All’inizio è presente anche la sezione del “Cosa fare prima di partire” e “Cosa fare in viaggio” come riassunto di quanto detto.

attrezzatura camper picnic

E se non ricordate, o non conoscete, con esattezza le regole del codice della strada o dei fondamentali, potete ripassarli qui

A questo punto non mi resta che ricordarvi di allacciare le cinture di sicurezza e augurarvi buona vacanza in camper.

 

 


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Comments

  1. Stefania Minonzio Says: marzo 3, 2017 at 3:28 pm

    Ciao, un articolo molto interessante, specie per i novellini come me :). Purtroppo però il link alla lista scaricabile dell’occorente mi dà come risultato pagina non trovata… L’hai rimossa o spostata altrove? Grazie 🙂

  2. Ciao! Ho da poco acquistato un camper (in realtà stasera dovrei portarlo a casa *_*) e cercavo proprio le informazioni che hai dato in questo post. Grazie mille!

  3. Complimenti per l’articolo e per il tuo blog.
    Sono Andrea, marito di Annalisa e papà di Samuele e Veronica (11 e 8).
    Camperisti da 4 anni 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *