Farmaci e medicinali, cosa portare e come organizzarsi in camper? Camper for dummies / In viaggio con bambini: consigli ed esperienze

Torniamo a parlare di organizzazione degli spazi.
Ne ho già trattato in passato, scrivendo un articolo ad hoc: Organizzare lo spazio in camper
Nello specifico, oggi, vorrei affrontare il tema: medicinali da portare in viaggio.

Perchè dedicare ai farmaci un capitolo della rubrica “camper for dummies”?

Perchè la questione medicinali da portare in vacanza è una tematica piuttosto sentita, soprattutto se in viaggio con noi ci sono dei bambini.
Oggi cercherò quindi di dare informazioni sia sul che cosa portarsi sia sul come organizzarsi con il nostro amico camper, partendo, come sempre, dalla mia esperienza personale.

Iniziamo dall’elenco dei farmaci da viaggio

Per facilitarvi il compito, vi faccio un breve riassunto dei medicinali che andrebbero inseriti nella vostra lista.
Ovviamente questo inventario può subire variazioni a seconda delle necessità di salute della singola persona: per esempio, i farmaci assunti regolarmente per patologie variano per ciascuno di noi.

Potete cliccare qui per la lista scaricabile.

Quali farmaci portare in vacanza per i bambini?

A seguito dell’elenco dei farmaci da viaggio, apriamo un piccolo capitolo relativo ai nostri bambini.
Cosa serve loro? Quali medicinali portare in vacanza per i bambini?

In realtà la lista dei medicinali per i bambini è esattamente la stessa per gli adulti, l’unica diversità è il farmaco che deve essere nella formulazione e posologia adatta ai più piccini.

Facciamo un esempio: nell’elenco trovate la voce “antipiretico” e quindi potreste pensare alla tachipirina.
Per i neonati esiste la tachipirina in gocce, per i bambini un pochino più grandi si passa allo sciroppo e si arriva alle compresse – di diverso dosaggio- per gli adulti.
Insomma ad ognuno il suo!

E ora veniamo alla questione organizzazione in camper

Per organizzarmi al meglio ho deciso di riporre in una scatola i medicinali che servono durante un viaggio e lasciarla sempre composta.

Ho scelto quindi una scatola che entra perfettamente nel cassetto in casa, e si alloggia altrettanto perfettamente nell’armadietto del bagno in camper.

 

Sembra essere fatta su misura, in realtà è una semplicissima scatola di cartone di recupero.
Nel caso non riusciste a reperirne una adatta alle vostre esigenze, cercatela in cartoleria oppure in un supermercato. Potete sceglierla in cartone come ho fatto io e magari rivestirla con della carta colorata oppure optare per una in legno o ancora in PVC.

E per i medicinali da frigo o le alte temperature?

Di solito io mi comporto in questo modo: i medicinali che vanno conservati in frigo, li ripongo al suo interno anche sul nostro amico camper.

I farmaci che riportano sul bugiardino di essere conservati in luogo non superiore ai tot gradi, li lascio comunque nella scatola.
Quando sono a casa non sposto tali medicinali dal cassetto al frigorifero e la stessa cosa non la faccio in camper.
Infatti, generalmente le temperature all’interno del camper o in casa non si discostano poi così tanto.

Nel caso in cui mi rendessi conto che la colonnina del termometro si alzasse decisamente, controllerei i farmaci e riporrei quei pochi che hanno questa caratteristica in frigorifero.
Per facilitarmi il compito, all’interno della mia scatola, sono già suddivisi su un lato.

A questo punto, io qualche dritta ve l’ho data, adesso sono curiosa di sapere come siete organizzati voi.

Se anche voi avete amici camperisti alle prime armi, non dimenticate di condividere!


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *