Quando andare al Nord per vedere l’Aurora Boreale Quando andare a...

Avete mai sentito parlare di Aurora Boreale?
Si tratta di quello spettacolare fenomeno grazie al quale il cielo notturno del Nord Europa e del nord America, dalla Lapponia all’Alaska, si tinge di sfavillanti luci verdi.

Questo stesso fenomeno si verifica a sud del pianeta e prende il nome di Aurora Australe.

Un viaggio da fare

Vedere questo spettacolo naturale è nella mia wish list dei viaggi. Uno di quelli ancora da fare, addirittura ancora da pianificare.
E per pianificare al meglio questo viaggio al nord, la prima cosa da fare è valutare qual è il giusto periodo.
Infatti, benchè l’Aurora Boreale si verifica costantemente durante l’anno,  ci sono dei periodi in cui è possibile ammirarla a pieno.

Molte ore di buio, cielo sereno e poco inquinamento luminoso  ne favoriscono la visibilità.

Aurora Boreale MammaInViaggio

Dove vedere l’Aurora Boreale

Prima di tutto dobbiamo capire in quale paese dobbiamo recarci per poter ammirare l’aurora boreale.
Ecco quindi un elenco dei paesi in cui appaiono le Nothern Lights:

  • Alaska, nel territorio Yukon, Anchorage, Fairbanks e Denali
  • Danimarca, nell’arcipelago delle Isole Faroe
  • Irlanda, nelle contee di Donegal e di Antrim
  • Groenlandia, i milgiori punti di osservazione sono Kulusuk e Ammassalik
  • Islanda
  • Finlandia, da segnalare che a Luosto suona un allarme quando inizia l’aurora
  • Russia, nella zona nord meglio se a Murmansk
  • Svezia, ad Abisko, nella Lapponia svedese
  • Canada, tra Lake Superior nell’Ontario e la tundra nel Nord del Canada
  • Norvegia, nella zona tra il Circolo Polare Artico e delle Northern Lights

Quando andare al nord per vedere l’Aurora boreale

Ora che sappiamo dove trovare le luci del nord, ci resta da capire qual è il periodo migliore per partire per poterle ammirare.

Iniziamo dicendo che ogni zona ha il suo periodo migliore anche se, in linea di massima, l‘autunno e la primavera sono i periodi migliori.

Aurora Boreale MammaInViaggio

In Scandinavia, per esempio, gennaio e febbraio sono i mesi migliori, mentre in Islanda, ci si può recare anche nel periodo autunnale.
In Alaska e Canada, l’aurora boreale compare fin da inizio agosto per raggiungere il suo apice a fine settembre.
Per chi preferisse la Groenlandia come meta, si dovrà preparare a partire in primavera.

Un appuntamento notturno

Un altro aspetto da considerare se si pianifica di vedere l’Aurora Boreale è che si presenta di notte.
L’orario migliore va dalle nove di sera all’una di notte.

Un fattore di cui tenere presente soprattutto se viaggiamo con dei bambini.

…e poi

E poi non dimenticate che il freddo al nord, soprattutto viaggiando in queste stagioni e dovendo appostarsi la sera, sarà davvero intenso.
Perciò giacca super pesante, cappello, sciarpa, guanti e calzature adatte!

Se avete trovato questo post interessante e utile, condividete!

Seguitemi anche sui miei canali social: 
Facebook
Twitter
Instagram


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *