Cosa vedere nei dintorni di Catez con bambini Attrazioni / Città

Noi, FamigliaInViaggio, di stare fermi in un solo posto durante una vacanza proprio non ce la facciamo!
Ed è così che vi parlo, oggi, di un’altra tappa del nostro viaggio in Slovenia.
Fin’ora abbiamo visitato Lubiana e siamo giunti alle Terme di Catez, che usiamo come punto fisso per pernottare.

E poi… poi via di giorno verso nuove avventure e scoperte.

I dintorni di Catez

Nei dintorni della cittadina di Catez ob Savi si estendono immensi prati e paesini bucolici che nascondono gioielli da visitare ed assaporare in tutta calma e tranquillità.
Qui il tempo sembra scorrere lento, immersi in una natura e storia senza età.

Ed è così che riusciamo a resistere fermi in campeggio appena mezza giornata, prima di decidere di andare alla scoperta dei dintorni.

Gorjanci

La prima meta degna di nota che nasconde anche un nonsoché di magico e fiabesco, sono i monti Gorjanci.

Slovenia in Camper MammaInViaggio

Queste montagne sono ricche di sorgenti d’acqua e si narra in antiche leggende che è proprio qui che risiede il Folletto Čatež. E’ grazie a lui che le acque di Catez sgorgano rigogliose dalla terra.

Perciò tante passeggiate immersi nel verde alla ricerca del folletto.

Il Castello di Brezice

Castello di Brezice MammaInViaggio

Poco distante da Catez – 10-15  minuti in auto – si trova Brezice, una città sulle rive della Sava che offre al visitatore il suo Castello contente una mostra d’epoca.

Si tratta di un percorso all’interno del Castello attraverso le varie epoche che hanno segnato la storia della Slovenia, fatto di oggetti antichi fino a quelli più moderni. Correlato di immagini e scritte esplicative oltre a giochi per i bambini.

Castello di Brezice MammaInViaggio

Vi racconterò i dettagli a breve in un post dedicato.

Kostanjevica Na Krki

Altra perla dell‘est della Slovenia è la piccola cittadina di Kostanjevica Na Krki.
Questa è la città più antica della Slovenia che viene lambita dalle verdi acque del fiume Krka.

E qui è proprio il colore verde a farla da padrone.

Slovenia in Camper MammaInViaggio

Slovenia in Camper MammaInViaggio

Per visitarla, vi basterà attraversare il ponte carraio e pedonale sulla Krka e raggiungerete immediatamente il centro.
Una breve passeggiata lungo le due vie – una che va e una che viene- vi permetterà di vedere tutte le sue case colorate e scattare qualche foto.

Diciamo che non è nulla di che, ma i colori che ci sono meritano davvero una visita seppur breve.

Slovenia Kostanjevica Na Krki MammaInViaggio

Slovenia Kostanjevica Na Krki MammaInViaggio

A pochi passi dal centro, poi, ci sono delle grotte visitabili in determinati periodi dell’anno e un monastero.

Il monastero è davvero molto bello e le sue stanze sono ora allestite a galleria d’arte.
Noi ci soffermiamo nel parco antistante nel quale sono esposte delle opere moderne e ci aggiriamo nel cortile interno per ammirarne la maestosità.
Qui tutto è pace e calma.

Slovenia Kostanjevica Na Krki Monastero MammaInViaggio

Slovenia Kostanjevica Na Krki Monastero MammaInViaggio

Slovenia Kostanjevica Na Krki Monastero MammaInViaggio

Slovenia Kostanjevica Na Krki Monastero MammaInViaggio

Informazioni utili:

Per tutti gli amici camperisti, vi segnalo che prima del ponticello in legno si trova un parcheggio per 5 camper, mentre prendendo la tangenziale esterna, troverete sulla vostra sinistra un altro parcheggio e potrete accedere al centro città tramite un ponticello in legno solo pedonale.

Presso il monastero, si trova un ampio e comodo parcheggio proprio di fronte al cancello d’ingresso.

Novo Mesto

Un’altra cittadina dei dintorni, che noi però non abbiamo visitato, è Novo Mesto.

Anche quest’ultima è abbarbicata sugli argini del fiume Krka e offre incredibili vedute nel centro storico fatte di casette colorate direttamente affacciate sul letto del fiume.

Oltre la Slovenia, verso Zagabria

Volendo spingersi ancor più ad est, possiamo varcare i confini sloveni e raggiungere la Croazia.
La sua capitale, Zagabria è ad appena 44 km, 40 minuti di percorrenza in autostrada.

Qui potrete visitare la città: da menzionare la funicolare che porta alla parte alta, il tram come mezzo di trasporto cittadino, il museo archeologico e quello delle illusioni e lo zoo.

Insomma di attività e mete da scoprire è ricca anche la zona di Catez, anche se, come già detto, si potrebbe benissimo pensare di raggiungere le Terme e sostare qui per alcuni giorni in pieno relax.

Se questo articolo ti è piaciuto, lo hai trovato utile o interessante, non dimenticarti di condividerlo!


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?