Ritrovare un bambino smarrito? Ci aiuta Nilox Bodyguard Mamma Travel Kit

Sono una mamma apprensiva, molto apprensiva.
Allo stesso tempo so di non poter mettere le mie bambine sotto una campana di vetro.

Il mio compito è quello di accompagnarle, dando loro la mano. Di stare al loro fianco, un passo dietro, per spronarle, ma mai davanti per non ostacolare il loro sguardo.

Non è, però, sempre facile trovare un punto d’incontro tra il mio essere e ciò che è meglio essere, per loro.

In viaggio

Viaggiando spesso poi le paure aumentano ancor più: l’attimo di distrazione é sempre in agguato e la possibilità di perderle palpabile.

smarrireun bambino MammaInViaggio

Scoprire il mondo e ciò che di bello ha da offrire, far veder loro altre realtà e confrontarsi con abitudini differenti è uno degli insegnamenti che mi sta più a ​cuore.
E’attraverso l’esperienza che diventano indipendenti e con l’indipendenza possono vivere la loro vita a pieno.

Ciò non toglie che io abbia costantemente paura per ciò che può accadere loro mentre siamo fuori casa.

Una piccola distrazione

Come dicevo, distrarsi per una frazione di secondo può capitare a chiunque. Scoprire poi che la tua bambina non è più accanto a te è un qualcosa di davvero spaventoso.

Viaggiare con bambini MammaInViaggio

Perchè capita che che ti giri a rispondere ad Aurora perchè “mamma, ho sete, mi dai l’acqua” e mentre sei intenta a prenderla, cercandola nella tua borsa di Mary Poppins, Vanessa sia attratta da qualcosa che vede e si allontani –  anche senza volerlo.

E l’attimo seguente, quando allunghi la mano non ritrovi la sua piccolina che ricambia la stretta, è il peggiore.
Allora ti volti, il sangue ti si gela nelle vene, il respiro quasi manca quando constati che lei non è più accanto a te, ma dispersa chissà dove.

Smarrimento, ansia, frustrazione, agitazione, angoscia, paura … sono solo alcuni degli stati d’animo che si susseguirebbero in me.

Mi capita di pensarci spesso. Mentre siamo in un parco divertimenti brulicante di gente, quando andiamo alla scoperta di una grande città, mentre passeggiamo su una spiaggia affollata.

E mi chiedo come potrei fare. Come viaggiare e tenerle sempre al sicuro o quanto meno sapere di poterle ritrovare facilmente.

Perchè se so per certo che Vanessa non saprebbe cavarsela in una soluzione del genere perchè ancora troppo piccolina, allo stesso tempo ho dei dubbi pure su Aurora. Non so come reagirebbe in una situazione tanto difficile smarrimento, se sarebbe in grado di dare informazioni e cavarsela oppure, nonostante tutti gli insegnamenti, si farebbe prendere dal panico.

Nilox Bodyguard: un orologio gps antismarrimento

Ho avuto la fortuna di imbattermi in un orologio.
Che non è solo un orologio, ma molto di più: è un localizzatore gps antismarrimento per bambini e pure cellulare.

Grazie a questo dispositivo ogni bambino che lo indossa può essere facilmente ritrovato.

Ma procediamo per gradi e vediamolo nel dettaglio

Nylox Bodyguard nasce nel 2011 ma esce sul mercato nel 2016 ed è disponibile in tre colori: verde lime, violetto e nero .
Nella confezione sono presenti, oltre al Nilox Bodyguard, due cinturini – large e small-, un caricatore USB magnetico, un manuale, una pinzetta per estrazione SIM, un supporto per fibbia e un kit per aggancio a cordino/collana.

Nilox BodyGuard confezione MammaInViaggio

Una volta scelto quello che più vi piace, vi basterà scaricare l’app gratuita per Ios e Android e connetterlo .

Per far funzionare il Nilox vi servirà una SIM di un qualsiasi gestore, anche senza una tariffa dedicata, ma semplicemente ricaricabile che preveda voce e dati. L’unica accortezza che dovrete avere è che il gestore telefonico supporti la rete  2G.

L’app

Come già accennato, l’app è gratuita e facilmente configurabile con l’orologio.

Nilox BodyGuard App MammaInViaggio

Dall’app si possono gestire tutte le impostazioni:

  • chiamare bodyguard
  • scrivere ed inviare sms
  • trovare bodyguard (la sua funzione migliore)
  • inserire in rubrica anche dei numeri fissi che il bodyguard può chiamare
  • vedere lo storico degli spostamenti
  • controllare il livello di batteria

E’ molto interessante anche la funzione che permette di definire fino a 6 aree protette, come per esempio il perimetro del parcogiochi, e se il bambino dovesse uscire da tale area, alla mamma arriva una notifica.

Come funziona Nilox Bodyguar?

La sua funzione principale è quella di essere un orologio e gps tracker e permettere quindi di ritrovare un bambino smarrito.

Io parlo di bambino smarrito, ma potrebbe servire anche per gli anziani.

Nilox BodyGuard Orologio MammaInViaggio

Nilox BodyGuard gps telefono MammaInViaggio

Una volta configurato ed associato all’app, questo dispositivo è in grado di:

  • fungere da orologio
  • effettuare e ricevere chiamate ed sms
  • segnalare la propria posizione

La caratteristica che più mi piace, oltre alla funzione antismarrimento per cui è nato, è il fatto che funzioni anche come cellulare: premendo per pochi secondi il tasto con il simbolo Y posto il bambino può chiamare la mamma ( per essere più tecnici: può effettuare una chiamata d’emergenza al contatto master a cui è collegato).

Allo stesso modo, dall’app si può contattare il bodyguard ed il bambino può rispondere premendo il tasto Y.
E’ anche possibile impostare il tasto di risposta automatica dopo tre squilli per facilitare l’utilizzo a chi lo indossa.

Immaginiamo quindi che Aurora si sia smarrita. Dopo aver perso io dieci anni di vita in una frazione di secondo e lei essersi spaventata a morte, grazie a Nilox Bodyguard potrò chiamarla e rassicurarla mentre rintraccio la sua posizione e la raggiungo.

Per chi viaggia all’estero

Nessun problema per chi viaggia all’estero: diverse sono le compagnie supportate da Bodyguard . Per maggiori dettagli, è possibile contattare il call center Nilox.

Così anche in viaggio potremo dormire notti tranquille!

Vi segnalo che fino al 31.01.18 è possibile acquistare Nilox Bodyguard ad un prezzo scontato inserendo il codice BODYGUARDMUM

Se questo articolo vi è piaciuto, lo avete trovato utile o interessante, e soprattutto anche voi tenete alla sicurezza dei vostri bambini, non dimenticate di condividerlo!

Vi aspetto anche sui miei profili social:

Facebook
Twitter
Instagram

 


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *