Dove vanno in vacanza le blogger? Consigli e curiosità In viaggio con bambini: consigli ed esperienze / Vita da Blogger

Torniamo a parlare di vacanze estive: è l’argomento sulla cresta dell’onda, perciò non possiamo farne a meno.

Questa volta però lo vorrei fare in un modo diverso, vorrei darvi consigli e “svelarvi segreti” in un modo inconsueto.
Ho deciso di raccogliere le testimonianze di ben 12 blogger e regalarvele per scoprire insieme dove trascorrono le loro vacanze.

Ho chiesto loro di svelarmi la destinazione, cosa c’è di bello e cosa invece no, perchè l’hanno scelta e come hanno fatto ad organizzare il viaggio.

A questo punto, non mi resta che lasciare loro la parola e scoprire insieme ben 12 località scelte dalle blogger per le loro vacanze…
Chissà che non possa essere utile anche a tutti noi come spunto per le prossime ferie!

Da Mamma a Mamma e Mamma Aiuta Mamma , di Marina Rocco

Sono stata per due anni di fila in vacanza a Minorca con la mia famiglia. La prima volta mia figlia aveva 3 anni e anche lei si è subito innamorata dell’isola spagnola!
La meta per le vacanze, come sempre la scelgo io, dopo attente ricerche nel web, cerco di trovare il posto più bello e più accessibile alle nostre tasche, per fare due settimane di vacanza tra relax, mare e nuove località tutte da scoprire.

Minorca è un’ isola molto indicata per le famiglie perché tranquilla ma anche ricca di spiagge servite con bar e ristoranti (anche se le più belle sono quelle selvagge!) Se volete maggiori info leggete QUI. Minorca è anche un’isola abbastanza economica, approfittatene finché dura! (I prezzi sono già un po’ aumentati rispetto l’anno scorso…)

Di Minorca mi è piaciuto tutto, non ho aspetti negativi da segnalare, anzi! La cosa più bella resta il mare, semplicemente spettacolare ed il clima sempre mite. Noi ci siamo stati entrambe le volte ad inizio luglio e le spiagge non sono molto affollate, quindi ci si riesce anche a rilassare. Se ci andate, non perdetevi la spiaggia di Cavalleria (la mia preferita), playa Santo Tomas, playa de Son Bou, Cala’n Bosc, Cala Tirant… ma credetemi se vi dico che son tutte belle!
Buona vacanza!


Girovagando con Stefania, di Stefania Ciocconi

Ogni anno riesco a trascorrere diversi periodi di vacanza in Italia ed all’estero e nel mese di giugno sono stata in Puglia, girando per il Salento, e poi qualche giorno a Matera, città che mi aveva sempre affascinato.
Come faccio quasi sempre ho organizzato tutto da sola prenotando online volo, auto e soggiorno nelle diverse località tappa del mio viaggio itinerante.

Il centro della mia vacanza è stato il Salento che era una zona che volevo visitare da tempo e che ha superato le mie aspettative.
Qui ho trovato spiagge stupende di sabbia fine ed acque cristalline nelle quali tuffarsi come quella di Torre dell’Orso.
Stare qui sdraiati comodamente sulla sabbia a prendere il sole guardando la meravigliosa baia incastonata da due promontori è stato molto rilassante ed appagante per gli occhi.

Consiglierei sicuramente il soggiorno nei dintorni perché si trovano tante masserie immerse nel verde degli uliveti nelle quali gustare piatti della tradizione locale, soprattutto a base di pesce, ed a poca distanze le meravigliose spiagge.
Questa zona è adatta anche alle famiglie con bambini perché il mare ha acque poco profonde.


MammaTravelBlog , di Laura Pigini

Amo i viaggi, sono il mio secondo punto nelle cose belle della vita.
Li progetto, li creo, li penso, li organizzo cercando sempre la soluzione migliore per i miei figli, ma facendo attenzione al portafoglio.

Quest’anno il lavoro mi ha concesso solo 4 giorni, perciò ho cercato una meta che fosse raggiungibile senza troppo sbattimento.
ISCHIA mi è sembrata il giusto mix tra mare e relax, vicinanza e costi.
Da casa avevo solo prenotato la nostra casa vacanze e mi ero informata sulla partenza dei traghetti per raggiungere l’isola.
La nostra casa vacanze si trovava a Forio, piccolo centro distante una decina di km da Ischia Porto.

L‘appartamentino era piccolo, ma splendido.
Immerso nella natura selvaggia, ma curata; tipica ischitana. Tra piante grasse, svettavano alberi di limoni grandi come cedri. Il paesaggio verdastro, interrotto da macchie di buganvillee color fuxia.

Ischia è mare quando parliamo della spiaggia di Cetara, dell’area termale della Baia di Sorgeto e della spiaggia di Forio; ma è anche natura con le passeggiate tra i boschi e montagne.
È relax quando si vuole bere un cocktail ad Ischia Porto al tramonto, sotto la visuale del Castello Aragonese.
È perdersi tra i vicoletti colorati dalle mille ceramiche, che profumano di arancini, bruschette e frise di Sant’Angelo.

Non posso non avervi convinto ad andare ad Ischia.
La consiglio anche con i bambini. È un la vacanza perfetta per chi ama il bel mare, il relax e la natura.


Pensieri Rotondi , di Maddalena Capra Lebout

Non siamo da mare. Un pomeriggio afosissimo di troppi anni fa eravamo in piscina a Milano, dove già abitavamo insieme. Lui fa due vasche, io guardo dal bordo della mia incompetenza acquatica.
– Non capisco che senso ha nuotare, fai avanti e indietro e poi? – mi dice.

Lì ho capito che sarebbe diventato mio marito.

Andavamo a Parigi un mucchio di volte, succhiavamo quella “francesitudine” di cui io stessa mi ero innamorata e poi, un figlio via l’altro, abbiamo smesso la Francia e seguito l’amore condiviso per la montagna. Ma ci mancava il cioccolato francese, le baguette, il fromage blanc, parlare la lingua, annusare la sua madre patria, darne un po’ ai bambini.

Les Contamines Montjoie è un villaggio nell’Alta Savoia, un traforo e un’ora di auto in più che andare nella vicina Valle d’Aosta. Su Google maps ho studiato la zona, sono caduta sul panorama che vedete al centro.
– Voglio andare lì.
Pochi mesi più tardi eravamo a calpestare esattamente quella mulattiera. E quest’anno saremo ancora lì: una vallata dolce sotto il Monte Bianco, infinite possibilità di escursioni e svago, un villaggio di case cresciute senza foga, lo stesso chalet in cui salire e scendere dal salone alle camere senza nessun altro vicino che un balcone sotto la catena, un giardino enorme, un ruscello.


Centrifugato di Mamma , di Flavia Rossi

Per noi le vacanze quest’anno hanno un sapore speciale. Un sapore che sa di famiglia, di origini.. che sa di casa.
Si perchè per noi le vacanze quest’anno sono a Milano. Non proprio una meta esotica direte voi! Ma noi non era di certo quello che cercavamo 😉

Paesaggi esotici e palme li viviamo tutto l’anno. Viviamo in repubblica dominicana e abbiamo usato le nostre ferie, dopo 3 anni di assenza dall’Italia, per tornare a casa. Ed in particolare, appunto, nella provincia di Milano.

Una vacanza che per noi vuol dire ritrovare parenti e amici, riscoprire e rigodere degli affetti, senza uno schermo di mezzo!.
Ma tornare nella nostra città natale, dopo anni che viviamo all’estero, e farlo per la prima volta che la nostra bimba di 2 anni, è anche un’occasione per riscoprirla.
Ne stiamo a
pprofittando per visitarla come turisti, frequentare posti storici ed eventi culturali. E ci scopriamo spesso a guardarla anche noi adulti a bocca aperta, riapprezzando posti che prima davamo per scontato.


Gina Barilla , di Francesca Praga

Le vacanze, da qualche anno a questa parte, sono sempre scelte in base ai bisogni dei bambini. Se loro stanno bene e sono sereni, lo siamo – di riflesso – anche noi genitori.
Quando c’è stato da scegliere una località di mare, per un lungo soggiorno (staremo via quasi un mese, piccolo privilegio del libero professionista che può lavorare anche lontano da casa), non ho avuto dubbi: Porto San Giorgio, nelle Marche.

Per risparmiare staremo in un appartamento, anche se non nego che questa soluzione è anche la più stancante per noi mamme: cucina e pulizie rimangono a carico nostro anche in vacanza!

Prima di tutto ho nel cuore questa località perché da sempre ci ho passato le mie vacanze estive insieme a mia nonna.
Diventando genitore, al di là del lato affettivo, ne ho apprezzato il lato “pratico”: la spiaggia è molto ampia, di sabbia fine e dorata, e grazie alla presenza degli scogli il fondale marino digrada molto lentamente perciò, per molti metri, l’acqua è davvero bassa, per la gioia dei più piccoli: giocare sulla battigia così è molto divertente e mai pericoloso.

Il paese si sviluppa per lo più in piano, ed è caratterizzato da un lungo viale lungomare corredato di ampio marciapiede. Il viale, nella stagione estiva, viene anche chiuso al traffico così che sia davvero piacevole passeggiare e andare in giro a piedi o in bicicletta. La sera è uso uscire e concedersi un buon gelato in centro e far fare ai bimbi qualche giro di giostra, i viali del centro sono sempre molto frequentati e con molto locali a disposizione.

Alle spalle di Porto San Giorgio ci sono le colline: se si vuole fuggire dall’eccessiva calura, sono la soluzione ideale. Ciliegina sulla torta: se si è amanti del turismo, le cose da vedere non mancano di certo, obbligatorio però avere la macchina. E se invece si è amanti del buon mangiare, al di là che qualsiasi ristorante offre ottimi piatti, in estate è un fiorire di sagre!
Unica nota negativa: la cucina è davvero irresitibile, perciò se non state attenti, tutto il lavoro fatto per arrivare in linea perfetta alla prova costume si verificherà tra una oliva all’ascolana e un maccheronicino di Campofilone.


Italia con i Bimbi, di Maria Luisa Roncarolo

Quest’anno non faremo una vacanza.
Restiamo a casa? No, di certo, ma faremo un grande viaggio.
Un sogno che si avvera, quello di partire con un biglietto Interrail in tasca, insieme alla mia famiglia.

Il viaggio inizia a Copenaghen, che raggiungeremo in aereo per questioni di tempo, ma poi da lì sarà solo treno, poco più di 2 settimane per tornare a casa nelle Marche. Berlino, Praga e poi Austria da qualche parte… il finale è aperto, infatti non abbiamo ancora deciso dove ci fermeremo negli ultimi giorni.

Io e mio marito abbiamo dedicato tanto tempo alla preparazione del viaggio, cercando informazioni in rete, leggendo altri blog e contattando gli enti turistici. Lui ha viaggiato molto con l’Interrail da ragazzo e ora è emozionato all’idea di rifarlo dopo tanti anni con i figli. Abbiamo scelto il Global Pass che permette di muoversi liberamente in 30 paesi europei con 7 giorni di viaggio a disposizione in 1 mese.

L’idea di base comunque resta quella del nostro blog: scoprire e raccontare le cose più coinvolgenti per i bambini. Noi andiamo sempre a caccia di esperienze da fare in famiglia e lo faremo anche in Danimarca, Germania, Repubblica Ceca e Austria. Perché viaggiare con i bimbi è faticoso, ma se li coinvolgi in attività divertenti possono diventare anche ottimi compagni di viaggio. Vedremo città splendide ricche di storia, di leggende e fiabe, musei adatti ai più piccoli, acquari, zoo, parchi di divertimento e perfino un enorme parco acquatico!

Da quest’avventura mi aspetto tanta fatica, ma credo che ci saranno anche bei momenti da ricordare che porterò nel cuore, quando cresceranno e non vorranno più venire in viaggio con noi. Qualcosa resterà anche dentro di loro, perché, anche se si lamentano, sbadigliano perfino in uno dei giardini più belli d’Italia (vedi foto) e appena tornati a casa sembrano aver dimenticato tutto… poi, capita che all’improvviso, magari facendo i compiti, si ricordino di quel posto bellissimo che si chiamava Reggia di Caserta . In quel preciso momento, capisco che tutta quella fatica non è andata sprecata e non lo sarà nemmeno questa volta, ne sono sicura.
Se volete seguire il nostro viaggio, l’hashtag è #Europaconibimbi


Rolling Mamas, di Giorgia Spano

Abbiamo scelto la Slovenia per un week end lungo con il nostro bimbo di 4 anni attratti dai ritmi rilassati, dai paesaggi verdeggianti e dalle tante attività che si possono organizzare.

Come sempre, abbiamo scelto di organizzarci autonomamente, siamo una squadra che funziona e con compiti ben definiti: l’uomo di casa si occupa di strade, alloggi e turismo gastronomico, la donna (io) dell’aspetto culturale e il piccolo, beh lui ci carica tutti di entusiasmo!

Anche per un semplice week end, non riusciamo a sedare la nostra indole on the road e abbiamo scelto di visitare Ljubljana prima e Bled, con il suo pittoresco lago, poi.

Cosa ci è piaciuto di questo week end? Tutto!
Ljubljana
 è una città deliziosamente a misura d’uomo, ma ricca di cose da fare. Giocare al Museo delle Illusioni, perdersi tra le viette, alla caccia dei draghi, rilassarsi al castello, fare scorpacciate a Odprta Kuhna e vagare nello stupefacente quartiere di Metelkova.

E Bled è un angolo verde e turchese in cui si possono alternare momenti di relax in riva al lago (balneabile e non troppo freddo) e momenti di esplorazione della meravigliosa natura.
Il mio consiglio: noleggiate una bici e salite alla gola del Vintgar. Non ve ne pentirete.
Il tragitto è facile e passa in mezzo alle campagne e lo spettacolo che vi offrirà il fiume, con le sue anse, le cascatelle e i ponti è davvero mozzafiato. Se poi non siete proprio Gino Bartali e vi spaventano le salite, potete fare come noi e noleggiare bici elettriche. Un po’ meno fatica, ma uguale soddisfazione!

Non possiamo che fare nostro lo slogan di questo piccolo paese crocevia tra le Alpi, il Mediterraneo, il Carso: we feel sLOVEnia

Per maggiori informazioni, anche a proposito di bimbi in fascia a spasso in Slovenia, potete leggere qui.


Atomic Mamma, di Silvia Trevisan

L’estate 2017 non ci porterà verso mete lontane ed esotiche ma in località ben conosciute e familiari. Come per gli ultimi nove anni torneremo a Cattolica.
Sarà solo per un breve periodo, ovvero un weekend ma all’appuntamento annuale con la regina della Romagna non vogliamo proprio rinunciarci.

Ormai è come ritornare a casa, complice la disponibilità e cortesia dei romagnoli, le spiagge attrezzate, le mille attrazioni nei dintorni e in tutta la riviera facilmente raggiungibili e gli spettacoli e le animazioni nelle piazze ogni sera, fanno di Cattolica e di tutta la Romagna il nostro luogo del cuore per le vacanze al mare.

-Per tutte le informazioni sulla località: Cattolica e la Romagna perchè quest’anno ci torniamo

Subito dopo ci spostiamo un pochino più in su a Cesenatico, la novità di quest’anno. Complice un campus sportivo di Emma, io e gli altri due avremo la possibilità di visitare e godere dell’accoglienza di questa città e antico porto.

In ultimo, ad agosto ci aspetta la Val Sesia, altro luogo del cuore. Ho tanti bei ricordi di grigliate e picnic sulle sponde del Sesia, sia di quando ero bambina che da adulta. È così vicino a casa che spesso la domenica mattina si parte dalla provincia di Milano alla volta di Alagna o Scopello, per una passeggiata verso un rifugio con relativo picnic. Quest’anno voglio conoscere sentieri e mete nuove e far amare anche ai miei bambini questa valle.


Letto a Quattro Piazze, di Eleonora Magon

Ho visto molti posti, viaggiato e credo sia una delle cose che più arricchisca l’uomo sia proprio viaggiare!
Quando mi chiedono quale vacanza mi è piaciuta di più, rivedo come un film tutti i miei viaggi ma l’unico posto che ogni volta consiglio è la Val di Non in Trentino e nello specifico il Pineta Hotel, è un posto che dalla prima volta 6 anni fa mi è entrato nel cuore, uno di quei posti dove ti senti a casa e non è mai uguale, uno di quei posti che ti lascia sempre una gran voglia di ritornare.

Mi piace perché vedo davvero i colori della natura, il cielo è davvero azzurro (io vivo a Torino e ormai lo vedo sempre grigio), i prati sono di un verde che incanta.
Mi piace perché non è un semplice Hotel, sembra un villaggio e ha un centro benessere che ti toglie ogni traccia di stress accumulata durante l’anno.
Mi piace perché ha un ristorante con due super Chef dove è impossibile decretare quale sia il piatto migliore.
Mi piace perché è a conduzione familiare e ti trattano come uno di famiglia, la cordialità la simpatia la gentilezza la fanno da padrone.
Mi piace perché è perfetto prima dei figli, ma lo è anche dopo i figli! E’ uno dei migliori hotel baby friendly che io abbia provato.
Mi piace perché non ti annoi mai, ogni settimana c’è un programma di attività da poter fare sempre diverso e divertente, ma se non vuoi hai ampi spazi dedicati al relax in giardino e al coperto.
Mi piace perchè con la bici si possono raggiungere paesaggi incantevoli, anche con i bambini e si trovano sempre dei bellissimi parco giochi anche in mezzo al bosco.
Mi piace perché hanno tutte le tipologie abitative…e noi in sei anni le abbiamo testate davvero tutte!!
Mi piace perché quando torni si ricordano davvero di te!!

Avevo scelto di andarci la prima volta perché dovevo superare una brutta delusione e mi è stato consigliato come un toccasana, e non l’ho più lasciato. Ci torniamo più volte durante l’anno, l’ho visto in quasi tutte le stagioni… mi manca solo d’inverno sotto la neve, ma cercherò di rimediare prestissimo a questa mancanza perché ho una gran voglia di andare per i boschi ciaspolando.


La Liscia e la Riccia , di Tiziana e Veronica

Quest’anno per il primo anno abbiamo optato come meta per le vacanze marine, la Romagna, scegliendo come periodo la prima decina di giugno questo perché ad Agosto saremo protagonisti di un grande evento per la nostra family: arriverà Emanuele il nostro secondo bimbo!

Non l’avevamo mai presa in considerazione come meta e a fine vacanza ne siamo rimasti ampiamente soddisfatti!
Nello specifico siamo stati a Cattolica, in hotel con servizio All inclusive volevamo rilassarci e pensare solo a noi 3 e così è stato! Cibo ottimo, pulizia accurata e tantissimi servizi family Friendly anche in spiaggia che non era un semplice lido ma un vero proprio villaggio: bar, ristoranti, tanti giochi per i bimbi, piscina con acqua salata, baby club attivo da mattina a sera con laboratori e diverse attività, wi-fi per tutti, cabine, docce calde e fredde, palestra e una piccola Spa a disposizione.

La Romagna poi non è solo mare, ha tanto da offrire come attrattive e paesaggi caratteristici che consiglio di visitare: Acquario di Cattolica, Oltremare, Acquafan, Mirabilandia, Italia in Miniatura.
In più essendo così vicini alle colline marchigiane abbiamo potuto ammirare uno dei più bei borghi d’Italia, Gradara, dove si trova il famoso castello medievale e poi un salto nel paese natale di Vale 46 a Tavullia per la gioia degli ometti di famiglia!
Eh si finalmente posso dire anche io che la Romagna è al 100% Family Friendly e quando la si prova sicuramente il pensiero sarà quella di tornarci nuovamente!


 VagabondaInside, di Gloria Merlin

La Venezia in Piccolo, così viene chiamata Chioggia una dei centri pescherecci italiani più importanti, situata all’estremità meridionale della laguna di Venezia, in Veneto.
Non è solo per il pesce che questa cittadina è stata meta delle mie vacanze: l’Unesco l’ha inserita nel patrimonio mondiale grazie al suo paesaggio ed ambiente, unico in Italia.

Chioggia tra i suoi colori, la sua luminosità, con il suo intreccio di fiumi, la sua dimensione umana come la sorella maggiore è entrata nei secoli a essere compiaciuta da artisti, letterati italiani e non diventando così una piacevole meta di soggiorno.

Arte, storia e cultura…
Le sue caratteristiche storiche e artistiche hanno fatto si che essa venga riconosciuta come “città d’arte”.
Un esempio Palazzo Poli dove per qualche anno vi risiedette Carlo Goldoni padre della commedia italiana ed autore di molte opere tra le quali “le baruffe chioggiotte”.

Mare, sport e divertimento…
L’aria ricca di salso e iodio, portata dalla brezza marina ha identificato il Litorale di Sottomarina come un punto d’incontro tra benessere e piacere.
Il litorale però con gli anni si è evoluto e non solo determinate categorie ma, famiglie e sempre più turisti di ogni età compreso giovani han scelto questa destinazione marittima.

Perchè andare in vacanza a Chioggia?
Oggi Sottomarina vanta un grande afflusso di turisti italiani e non che ogni estate affollano i vari bagni e strutture alberghiere.
Grazie a diverse possibilità di alloggio; la possibilità di ospitare animali; serate diverse per le varie fasce d’età e la sua accessibilità con diversi mezzi fa sì che Chioggia sia una meta per tutti: grandi, piccoli, romantici e non.

La mia esperienza è stata positiva e la consiglio a chi come me, cerca relax, distrazione dalla vita comune in una meta turistica che risponda un pò a tutti i classici canoni estivi.

Se questo articolo vi è piaciuto, lo avete trovato utile o interessante, non dimenticate di condividerlo!


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Comments

  1. Grazie per avermi ospitata sul blog 🙂 Leggendo tutti i consigli non saprei quale meta scegliere perché vorrei andare in tutti questi posti stupendi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *