Tra traghetto e auto, un tour dell’Isola d’Elba con bambini Città

La Toscana, terra di verdi colline e spiagge lambite da azzurre acque.
La Toscana, meta ambita di migliaia di visitatori grazie alla sua preziosità storica ed artistica.
La Toscana, che racchiude un prezioso gioiello poco a largo delle acque del Mar Tirreno: l’Isola d’ Elba.

Una veduta d’insieme

Isola d’Elba é sinonimo di vacanza e relax in spiaggia, paesini e promontori da scoprire, luoghi insoliti da visitare.
La città principale è Portoferraio, con il vecchio porto ed il lungomare pieno di alberghi eleganti.
Il paesaggio dell’isola è piuttosto vario: sulla costa occidentale si stendono spiagge sabbiose, all’interno uliveti e vigneti ricoprono le 15 delle colline mentre gli alberi ammantano le cime più alte. La costa orientale e più aspra, con alte scogliere e spiagge rocciose.

Come raggiungere l’isola d’Elba

Cominciamo il nostro tour , pensato e studiato per far divertire anche e soprattutto loro, i nostri bambini.
Prima di tutto dobbiamo raggiungere l’isola.
Oggi l’Elba é meta di molti visitatori che giungono con il traghetto da Piombino distante appena 10 km.

Iniziare una gita con bambini prendendo un traghetto vuol dire andare all’avventura cominciando fin dal viaggio di andata.

Informazioni utili 

I traghetti per l’isola d’Elba sono facilmente prenotabili online .

Per raggiungere l’isola in modo facile e veloce, vi suggerisco di affidarvi al portale Traghetti Lines, grazie al quale potrete effettuare le prenotazioni online dei traghetti per l’Isola d’Elba in seguito ad una semplice ricerca.
Infatti Traghetti Lines offre la possibilità di confrontare le migliori tariffe del momento nel periodo ed alle condizioni da voi indicate. In questo modo sarete certi di prenotare il miglior prezzo.

Portoferraio

Siamo finalmente sull’isola.
A Portoferrario
È qui che attracca la maggior parte dei traghetti che partono da Piombino, anche se è possibile raggiungere anche altre località dalla terra ferma.
Che il nostro tour dell’Isola abbia inizio!

Portoferraio ha un grazioso porticciolo, ma la attrattive principali sono le due case di Napoleone Bonaparte.
In centro città si trova la palazzina napoleonica, Villa dei Mulini, una casupola modesta.
La residenza di campagna, invece, è Villa San Martino che ha una bella facciata classica ed all’interno affreschi in stile egiziano che ricordano le campagne napoleoniche in Egitto fra il 1798 e 1799.
Per raggiungerla è necessario fare una deviazione dalla strada principale per San Martino.

Concedetevi anche una passeggiata sulle maestose mura che si ergono dal mare. Trattasi dei Bastioni Medicei, voluti dal Granduca di Toscana Cosimo I come difesa dagli attacchi turchi.

Non è difficile immaginare di essere soldati e principesse d’altri tempi in un luogo che profuma così tanto di storia.

Marciana

Una volta conclusa la visita di Portoferraio siamo pronti per scoprire il resto dell’isola.
Fate ritorno sulla strada principale e seguite la costa passando l’insenatura di Procchio. Da qui solo 7,5 km vi separano da Marciana.

Marciana, posta sulla costa nord occidentale dell’Elba, si divide in due parti: Marciana Marina e Marciana Alta.

Marciana Marina, sita al centro di un piccolo golfo, circondata da ricchi boschi di pini, castagni e querce, ospita pittoreschi quartieri.

Strade lastricate di granito e case dai toni pastello, un esteso lungomare contornato da vecchi edifici arroccati sugli scogli a strapiombo sul mare…

Marciana Alta è invece una bella cittadina medievale. Il museo civico archeologico espone navi etrusche naufragate sulle coste dell’isola.
Da qui si prende la funicolare per il Monte Capanne, la cima più alta dell’isola.
Sulla sommità, ad attendervi un grazioso rifugio è una bella area picnic.

Marina di Campo

È giunta l’ora di fermarsi in spiaggia. Costeggiate l’estremità occidentale dell’isola fino a Marina di Campo e quindi fermatevi.
La spiaggia di sabbia fine e acqua cristallina è super attrezzata per i bambini e vi permetterà di trascorrere serenamente la vostra giornata.

Capoliveri

Seguendo la strada che percorre la parte sud dell’isola, si raggiunge Capoliveri, vecchio paese minerario.
Diverse le spiagge in prossimità di questa località a partire dalla graziosa insenatura di Naregno a soli 3km.
Sempre alla stessa distanza troviamo anche il Lido di Capoliveri, con sabbia fine e bel mare.
La spiaggia di Lacona è una delle più belle dell’isola e dista circa 9 km da Capoliveri. L’ultima che vi segnalo è la spiaggia di Morcone, una magnifica insenatura di sabbia a circa 4 km dal paese.

Porto Azzurro

Tornate ora sulla strada principale e proseguite per 2 km verso il secondo porto dell’isola, che si affaccia su una bellissima insenatura dominata da una fortezza del 17º secolo.
Sto parlando di Porto Azzurro e le sue spiagge di sabbia mista a ghiaia.

Per i bambini, un’ attrazione che non deve mancare é la piccola miniera dove i mini visitatori possono salire a bordo di un carrellino ed andare alla sua scoperta. Al termine del tour, viene distribuito un simpatico gadget in ricordo di questa avventura.

Sempre a Porto Azzurro si trova il minigolf dove sono presenti anche varie giostre per i bambini.

Isola d'Elba Porto Azzurro MammaInViaggio

La sera in questa cittadina è animata da graziosi mercatini ed un piacevole via vai di gente.

Prendete un gelato e gustatevelo in riva al mare mentre i bambini giocano.

Rio Marina

A 12 km verso nord, sorge il paese di Rio Marina, cittadina mineraria con un museo di mineralogia.
In tutta l’isola d’Elba le pietre i minerali la fanno da padroni, ecco perché una visita a questo museo è d’obbligo.

A Rio Marina vi sono inoltre miniere ancora aperte dalle quali si estraggono i minerali che attirarono gli Etruschi sull’isola.

Vi segnalo che potete trovare un altro museo minerario sul Monte Perone, proprio nel centro dell’isola.
Questo monte, alto 630 m, offre anche una fantastica vista panoramica.

Cavo

Ultima cappa del nostro tour è la cittadina di Cavo che dista 7,5 km da Rio marina.
La raggiungiamo percorrendo la costa orientale dell’isola mentre ammiriamo il panorama.

Centro turistico e balneare con spiaggia sabbiosa, Cavo ospita anche i resti di una villa romana del primo secolo dopo Cristo.
Giuseppe Garibaldi fu suo ospite nel 1849 quando qui si fermò per una breve sosta durante il suo viaggio verso l’isola di Caprera.

Alcuni consigli ed informazioni utili

  • ricordatevi di prenotare online il vostro traghetto con largo anticipo per accaparrarvi le migliori tariffe;
  • sull’isola muovetevi in auto;
  • le visite dei paesini sono facilmente gestibili anche in passeggino;
  • sull’isola ci sono diversi supermercati, negozi di vario genere e farmacie, perciò non faticherete a trovare tutto ciò di cui avete bisogno.

Insomma, se amate il mare, ma volete anche qualcosa in più senza trascurare i bisogni dei vostri bambini, avete trovato la meta ideale!

Se questo articolo vi è piaciuto, lo avete trovato utile o interessante, non dimenticate di condividerlo!

Vi aspetto anche sui miei profili social:

Facebook
Twitter
Instagram


Silvia, classe 1985, mamma di una patatona, un angelo e una bimba-arcobaleno, nonché moglie, viaggiatrice, scrittrice e fotografa (improvvisata). Agente di viaggio e social media writer un tempo, travel blogger oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *